Google+ Badge

lunedì 28 ottobre 2013

MUSICA Lou Reed, Transformer 1972



1972, anno spartiacque in cui entrai nel mondo della musica adulta,  tuffandomi in un mare di per me nuovi eroi musicali, italiani e non. Nel momento triste dell'addio a Lou Reed, ripesco quel primo colpo di fulmine tra i moltissimo amori sbocciati in ambito rock, progressive rock soprattutto. Quando si segue con passione un artista, e David Bowie mi piaceva moltissimo, ogni cosa che fa diventa interessante, suscita curiosità e voglia di conoscenza.
David Bowie fu il regista della svolta fugace ma d'impatto di Lou Reed. La svolta glam per l'album Transformer, una miniera di gioielli musicali che non ha perso qualità col passare degli anni.
Bowie produsse quell'album e cantò nei cori. C'era la chitarra di Mick Ronson, il biondo chitarrista protagonista degli album di Ziggy, come era chiamato David (Jones) Bowie.
Cantava il lato selvaggio della vita, l'eroina, roba lontanissima dagli adolescenti a cui faceva schifo anche una semplice sigaretta. Ma la musica è musica, anche oltre le parole. E la melodia era componente importante anche di quei brani così oltre, al punto da incorrere nelle maglie di una censura come sempre stolta ed esagerata. La splendida ballata Perfect day, aperta dalle malinconiche note di pianoforte, Satellite of love, Vicious e soprattutto l'inno degli inni: Walk on the wild side. Canzoni che cantavano di vita gay e travestitismo, temi forti per l'Italia di quei tempi. Ma era soprattutto la musica, lo stile del suo personaggio e l'appartenenza al pianeta Bowie (da cui poi si sarebbe distaccato) che me l'avevano reso familiare, ancor prima che mi rendessi conto di ciò che erano stati i Velvet Underground.


La track list di Transformer

  1. Vicious - 2:58
  2. Andy's Chest - 3:20
  3. Perfect Day - 3:46   http://www.youtube.com/watch?v=QYEC4TZsy-Y
  4. Hangin' Round - 3:35
  5. Walk on the Wild Side - 4:15 http://www.youtube.com/watch?v=4wNknGIKkoA
  6. Make Up - 3:00
  7. Satellite of Love - 3:42
  8. Wagon Wheel - 3:19
  9. New York Telephone Conversation - 1:33
  10. I'm So Free - 3:09
  11. Goodnight Ladies - 4:31