Google+ Badge

venerdì 28 marzo 2014

VOLLEY Ok, il fischio è giusto. Lo conferma il Video Check

Ok, il fischio è giusto. Non è una nuova trasmissione di tv spazzatura ma il riassunto della prima stagione di campionato maschile con il Video Check, la tecnologia messa a punto dalla Lega pallavolo di Serie A maschile per appurare se un pallone cade dentro o fuori dal campo, se ci sono invasioni o se il piede del battitore al servizio tocca la linea del campo.
        Una rivoluzione non più rinviabile, dopo che un paio d’anni fa la televisione polacca riprese in modo fantastico le finali della World League, evidenziando con spettacolari slow motion anche i minimi tocchi del muro. L’Italia si era già posta il problema, da anni. Ma la “talpa” si era rivelata sensibile a troppi fattori ed il sistema non è riuscito a raggiungere l’indispensabile affidabilità, necessaria per poter verificare con certezza una decisione arbitrale contestata. A fianco la tabella che mostra, giornata dopo giornata, quante volte si è fatto ricorso al Video Check (le squadre possono chiederne due a set) e in che percentuale gli arbitri hanno visto bene o male. Se è vero che in Brasile 7 volte su 10 gli arbitri sbagliano, i fischietti italiani possono andar fieri del 70% di esattezza dei loro fischi. Insomma, il Video Check è un alleato e non certo un nemico degli arbitri.
        Comprensibilmente soddisfatto l’Amministratore Delegato della Lega Pallavolo, Massimo Righi, reduce da due week end di Champions League, in cui la Cev ha deciso di utilizzare la tecnologia italiana del Video Check.
        «E' stata una esperienza molto importante e significativa ed il nostro Video Check  s'è rivelato un ottimo supporto agli arbitri. A Baku, nella final four femminile, purtroppo la Cev non aveva previsto schermi per il pubblico, sono state più le chiamate per le invasioni a rete. Ad Ankara, nella final four maschile, gli spettatori hanno invece potuto seguire grazie ai maxischermi gli sviluppi del Video Check. Le chiamate dei giocatori si sono divise a metà tra le palle dentro e fuori e le invasioni a rete. Un pò come succede nel nostro campionato. Sì, non lo nascondo, siamo contenti e credo - non è ancora ufficiale, però -  che saremo presenti al prossimo mondiale femminile che si giocherà da fine settembre in Italia». Non sarà ufficiale ma in realtà il presidente della Federazione Internazionale, Ary Graca, l’ha già annunciato nell’intervista rilasciata al nostro giornale lo scorso 10 marzo a Parma, prima del sorteggio di Italia 2014.


Fischio per fischio, moviola per moviola

 Giornata  Chiamate  Fischi ok arbitrali
1ª giornata 21  13  62%
2ª giornata 19  12  63%
3ª giornata 17   14   82%
4ª giornata   24  19  79%
5ª giornata  27   22  81%
6ª giornata  23   13   57
7ª giornata    33   17   52%
8ª giornata   24   16   67%
9ª giornata   23   12    52%
10ª giornata  23   18   78%
11ª giornata  34   27   79%
12ª giornata  27   21   78%
13ª giornata  26   19   73%
14ª giornata  39   31   79%
15ª giornata 26   19   73%
16ª giornata   33   20   61%
17ª giornata  35   26   74%
18ª giornata  32  22   69%
19ª giornata  31  18   58%
20ª giornata   34  25  74%
21ª giornata    21  15   71%
22ª giornata   22  14   64%
Campionato 594  413  70%
Quarti Coppa Italia  18  12  67%
Final four Coppa Italia 22  17  77%
Totale Coppa Italia    40  29    73%
TOTALE      634   442   70%





Sul Corriere dello Sport di martedì 25 marzo 2014