Google+ Badge

martedì 29 luglio 2014

VOLLEY L'Italvolley sul podio mondiale del ranking Fivb

Dopo la Final Six della World League vinta dagli Usa - foto  - sul Brasile, con l'Italia terza) il ranking della Fivb (Federazione Internazionale Volleyball) ha collocato l'Italia al terzo posto, stabile, della graduatoria mondiale. Insomma, in teoria l'Italia si presenta ai Mondiali polacchi col terzo...tempo, potremmo dire mutuando il linguaggio di altre discipline sportive. Mi sembra l'occasione giusta per chiarire meglio un concetto. Come diceva lo zio di Spiderman al cinema: "da grandi poteri derivano grandi responsabilità". Ebbene questa Nazionale, proprio con le pecche evidenziate nella World League fiorentina e delle semifinali del passato, ha dimostrato anche il suo valore e di poter conseguire risultati ancor più brillanti. 
I Mondiali da un lato saranno difficilissimi, dall'altro, con Brasile e Russia che in questo momento hanno i loro problemi, Poland 2014 può costituire una ghiotta occasione per gli azzurri.
Il ct Berruto, Ivan Zaytsev e tutti quanti dovranno cercare di capire cosa e dove migliorare, quali varianti tattiche adottare in caso di necessità, come non dipendere solo dal servizio. 
Voglio credere che Ivan Zaytsev preferisca vincere una medaglia d'oro sacrificandosi anche in banda, piuttosto che restare escluso dal podio giocando solo da opposto. E' solo un esempio per dire che ora più che mai la Nazionale deve essere un vero gruppo granitico e disposto al sacrificio personale nel nome dell'interesse superiore del team. Ogni generazione che passa, si teme sempre possa essere l'ultima vincente per il volley azzurro, alla luce della crisi strutturale ed economica del movimento di club. Non sciupiamo le occasioni!

* P.S. tengo a ribadire che a mio avviso restare per anni ad alto livello, salendo sul podio, non ha minor valore rispetto al vincere un oro una volta e poi nient'altro.