Google+ Badge

martedì 10 maggio 2016

VOLLEY Supercoppa allargata: dove sono finiti i valori?

Se il calcio avesse applicato il criterio adottato dalla Lega Pallavolo per la prossima Supercoppa, avremmo una Supercoppa calcistica con semifinali e finale, aperta sicuramente a Juventus e Milan, poi probabilmente a Roma e Napoli.
Nonostante ci si lamenti sempre per l'esiguità delle date libere e i troppi impegni ravvicinati, la SuperCoppa di volley maschile pare diventerà una final four, con Modena, Perugia, Trento e Civitanova. Oltre alla vincitrice dello scudetto e della Coppa Italia, la finalista dei play off e le altre due squadre qualificatesi per le coppe europee (e nel caso di Trento finalista della Coppa Italia).
Un'estensione che non piace a chi pensa che la Supercoppa debba giocarsi tra due squadre, perchè non si dovrebbe avere la possibilità di sollevare il trofeo senza aver nemmeno disputato una finale, nè di Coppa Italia, nè per lo scudetto. Dove sono finiti i valori dello sport? Ah già, è volley: i valori sono altri.
Del contingente europeo manca il Piacenza, ma non farà ricorso, avendo già apprezzato la formula (cambiata in corsa) che le ha permesso di approdare sul palcoscenico europeo nonostante l'ultimo posto in classifica.