Google+ Badge

lunedì 13 giugno 2016

VOLLEY La terza doppietta di Volleyrò, un premio e un sogno che continua

http://leandrodesanctis.blogspot.it/2016/06/volley-volleyro-under-16-il-primo.html 

Non mi piace abusare della parola sogno parlando di sport. Ma per la terza doppietta tricolore consecutiva di Volleyrò Casal de'Pazzi, spostando i confini dell'accezione abituale, penso che si possa fare un'eccezione. Un sogno o un'utopia? Quando Andrea Scozzese e Armando Monini, seguendo la passione delle figlie pallavoliste in erba, cominciarono quest'avventura ponendosi delle mete, per chi non li conosceva e sapeva delle difficoltà che sempre accompagnano i progetti sportivi, di alto come di medio e minimo livello, il tutto aveva un sapore un po' strano, visionario forse.
Il tempo, come si è nel frattempo appurato, è stato galantuomo per certi aspetti e crudelmente feroce per altri. Perchè quella strana coppia, Scozzese&Monini, è stata brutalmente separata dal destino. Ma il sogno è rimasto, perchè nel frattempo tante persone di qualità si erano aggiunte nella costruzione di quel pensiero folle e meraviglioso. Allevare pallavoliste da Nazionale.
Attorno ad Armando Monini, ognuna di queste eccellenze tecnico-sportive, come le chiamerebbe il presidente del Coni Malagò, si è sentita ancor più responsabilizzata a dare il massimo, per far si che il sogno continuasse. Quasi come se niente fosse accaduto, verrebbe da dire. Invece, purtroppo, qualcosa di irrimediabile è accaduto. Ma negli albi d'oro non ce ne sarà traccia, perchè il sogno di Andrea Scozzese ha fruttato altri due scudetti, come quando lui era lì a festeggiarli. Da Laura Bruschini al direttore tecnico Luca Cristofani, agli allenatori che hanno portato il Volleyrò a vincere prima il tricolore Under 16 poi l'Under 18, a Lionello Teofile e a tutti i tecnici che a vario titolo contribuiscono a rendere grande e seria questa società. A Nobilitare ulteriormente quest'ultimo scudetto, il nome della squadra battuta in finale: la Foppapedretti Bergamo. Il fatto poi che lo scudetto sia arrivato in un week end che ha visto scendere in campo, in Brasile nel Grand Prix, una Nazionale giovanissima, fatta da tante ragazze del Club Italia che sono la testimonianza diretta di quale fosse l'idea di pallavolo sostenibile sognata, progettata e attuata dal club romano. Ed è un peccato insopportabile che Scozzese non abbia fatto in tempo a veder giocare questa Italia lanciata dal ct Bonitta, fatta di giovanissimi talenti con un grande avvenire. Quanto gli sarebbe piaciuta...

http://www.volleyrocasaldepazzi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=309&Itemid=1135&lang=en