Google+ Badge

venerdì 18 novembre 2016

CINEMA La ragazza del treno

LA RAGAZZA DEL TRENO - Regia: Tate Taylor. Interpreti: Emily Blunt, Haley Bennett, Rebecca Ferguson, Luke Evans e Justin Theroux. Tratto dal romanzo di Paula Hawkins.
* visto in edizione originale inglese con sottotitoli in italiano.

 La bellezza di Emily Blunt svilita dall'alcol e dalla sofferenza nel film tratto dal best seller di Paula Hawkins, La ragazza del treno. Nel libro la location è Londra, nel film diventa una New York periferica e cambia il filo della narrazione, che il romanzo assegnava a ciascuna delle tre donne protagoniste della storia che i trailers tratteggiano in modo tutto sommato fuorviante.
Un film per certi versi molto duro, un viaggio nell'abisso delle debolezze umane di varia natura, capaci di portare a gesti orribili, moralmente e umanamente inaccettabili.
Il film, infarcito di eccessivi flashback che rischiano di confondere più che chiarire, ha il suo valore e cattura. Per tre quarti almeno riesce a tenere lo spettatore in bilico, roso dal dubbio, senza certezze, prima di sciogliere drammaticamente, pian piano, ogni nodo, uno alla volta non senza aver seminato altri sospetti, indicato possibilità alternative. Un film che non andrebbe rovinato nè da recensioni troppo rivelatrici nè da titoli di giornali che, come ha fatto La Repubblica, in tre righette e una manciata di righe, riescono a rovinare il film al lettore potenziale spettatore. La solita mancanza di rispetto per i lettori, che non a caso vanno assottigliandosi mese dopo mese.
Emily Blunt oltre che bella è anche molto brava nel rendere la disperazione da moglie alcolizzata e abbandonata. Ma la verità raramente ha una faccia sola, talvolta corrotta dal ripiegamento su se stessi per la vergogna di ciò che si è diventati e che induce al rifugio nell'isolamento. Haley Bennett e Rebecca Ferguson sono le altre belle donne che compongono il triangolo femminile di un film che, dopo il libro, propone personaggi alle prese con traumi, presenti o passati. E uno psicologo che si spinge ai limiti del consentito dalla sua professionalità. 


http://leandrodesanctis.blogspot.it/2016/11/cinema-animali-notturni.html 

http://leandrodesanctis.blogspot.it/2016/11/cinema-io-daniel-blake.html