Google+ Badge

giovedì 9 febbraio 2017

ATLETICA Il gip Pelino combatte le scorrettezze di Iaaf, Wada e laboratorio di Colonia

http://www.corrieredellosport.it/news/altri-sport/atletica/2017/02/09-21308778/atletica_-_caso_schwazer_il_gip_chiede_assistenza_internazionale/
Al link potete trovare il resoconto dell'ultima azione intrapresa dal Gip di Bolzano, Walter Pelino, stufo di sentirsi preso in giro dall'atteggiamento della Iaaf, della Wada e del laboratorio di Colonia. 
Ciò offre l'occasione di ulteriori riflessioni.
Uno degli aspetti marginali, ma non meno deteleri, tristi e sconfortanti, oltre che sconcertanti, è la condotta dello struzzo che anche illustri giornali hanno tenuto e continuano a tenere riguardo il delitto perfetto che è stato commesso ai danni di Alex Schwazer, un atleta azzurro che è stato campione olimpico, è stato dopato con la complicità di chi avrebbe dovuto fermarlo e combatterlo, è stato squalificato e poi ha deciso di tornare per dimostrare quanto sia sbagliato doparsi. 
Senza ripercorrere sentieri già battuti, mi chiedo come si possa essere in pace con la propria coscienza continuando a gettare fango sulle parti più limpide di questa vendetta ad orologeria.
Nessuno si fa le domande inevitabili?

Perché la Iaaf, la Wada e il laboratoriodi Colonia hanno provato in tutti i modi ad opporsi alla consegna delle provette, all'esame del loro contenuto? Non è sospetto questo atteggiamento?

Perché hanno provato a far prelevare solo dieci centilitri, nella parte superiore della provetta quando si sa bene che è nel sedimento che resta a fondo che, forse, si possono ancora trovare tracce rivelatrici di cosa avvenne? Non è sospetto questa pretesa?

Perché non vogliono che l'esame si svolga in campo neutro, presso il RIS di Parma? Non è sospetto questo atteggiamento?

Non lo dice nessuno ma Iaaf, Wada e Colonia stanno indirettamente affermando che i Carabinieri di Parma non sono attendibili o, peggio, possono pronunciarsi in modo falso? E' tollerabile questo atteggiamento.

Leggere poi certe titolazioni, certi resoconti delle motivazioni (che non motivano) con cui il Tas ha inflitto otto anni di squalifica a Schwazer, è raccapricciante e ricorda che per scrivere bestialità che insultano metri e ragionamenti, non c'è solo il web, ma anche la vecchia carta di una volta.  


Gli ultimi link relativi al caso Schwazer
http://www.corrieredellosport.it/news/altri-sport/2017/01/31-20864716/atletica_-_ostruzionismo_contro_schwazer/


http://leandrodesanctis.blogspot.it/2017/01/atletica-processo-schwazer-il-giudice.html  
 
http://leandrodesanctis.blogspot.it/2017/01/atletica-caso-schwazer-sebastian-coe.html 

http://leandrodesanctis.blogspot.it/2017/01/atletica-2016-lanno-nero-dellantidoping.htm 

http://leandrodesanctis.blogspot.it/2017/01/atletica-processo-schwazer-il-giudice_18.html